Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Partito liberale radicale ha il potenziale di superare l'Unione democratica di centro nei consensi elettorali: lo afferma un sondaggio dell'istituto gfs.bern condotto subito dopo il voto del 28 febbraio sull'iniziativa per l'espulsione dei criminali stranieri.

L'inchiesta, svolta presso 1103 votanti e i cui risultati vengono pubblicati oggi dal domenicale "SonntagsBlick", afferma che se si fosse votato la domenica successiva il PLR avrebbe raccolto il 24,8% delle preferenze, molto più di quanto ottenuto nelle elezioni per il rinnovo del parlamento dello scorso ottobre, quando il partito di Philipp Müller si era fermato al 16,4%.

Il sondaggio segnala una ripresa, ma molto più contenuta, anche per il PPD (+0,8 punti al 12,4%) e il PS (+0,5 punti al 19,3%), così come per il PBD (dal 4,1% al 7%).

In marcato rallentamento invece l'UDC, che ha promosso l'iniziativa sui criminali stranieri, poi bocciata in modo netto: risulta in perdita di 7 punti al 22,4%, sotto quindi la soglia attribuita al PLR. In fase calante anche Verdi (-1,1 punti al 6%) e Verdi liberali (-0,4 punti al 4,2%).

Decisiva sarebbe nella valutazione delle due consultazioni l'affluenza alle urne, che si è attestata al 48,5% nello scorso autunno e al 63,1% in febbraio. Claude Longchamps, direttore di gfs.bern, ha indicato che questo fatto dimostra come la mobilitazione per il PLR sia determinante. Il PLR, ha aggiunto, ha margine di manovra per progredire e per stare alle costole dell'UDC. Il presidente del PLR si è detto prudente: si tratta, ha detto Philipp Müller al domenicale, di una "istantanea". In ogni caso "è evidente che una grande parte della popolazione ha sostenuto la posizione autonoma del PLR in materiale di politica degli stranieri".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS