Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

VARSAVIA - Sono iniziate stamattina alle 6 in Polonia le operazioni di voto per le elezioni presidenziali anticipate imposte dalla morte del presidente Lech Kaczynski nell'incidente aereo il 10 aprile scorso a Smolensk.
I candidati per la prima carica dello Stato sono dieci, fra i quali - stando ai sondaggi preelettorali - i due principali sono Bronislaw Komorowski, 58 anni, esponente liberal-conservatore presidente del Sejm, che ha assunto le funzioni del capo dello Stato dopo l'incidente; e Jaroslaw Kaczynski, 61 anni, nazional-conservatore, fratello gemello del presidente morto. Se nessuno dei candidati otterrà oggi più del 50% delle preferenze, il 4 luglio si andrà al ballottaggio.
Le operazioni di voto nel Paese dell'Europa orientale, che fa parte di Ue e Nato, termineranno alle 20.00. I principali canali tv polacchi promettono di pubblicare i primi exit poll poco dopo, mentre i risultati definitivi della Commissione nazionale elettorale si conosceranno solo lunedì sera.
In Polonia, in alcuni comuni, a causa delle recenti inondazioni che hanno allagato il 3% del territorio nazionale lungo i fiumi Vistola e Oder, è stato necessario organizzare i seggi in capannoni provvisori.
Gli aventi diritto al voto sono 30,5 milioni e i seggi sono oltre 25 mila. All'estero ci sono 263 seggi: tra gli altri 41 in Gran Bretagna, 28 negli Usa e 8 in Afghanistan, a disposizione dei militari del contingente che partecipa alla missione Nato.

SDA-ATS