Navigation

Pompeo ringrazia Svizzera per ruolo svolto con Iran

Un anno fa Pompeo e Cassis si erano incontrati a Bellinzona. KEYSTONE/TI-PRESS/SAMUEL GOLAY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 maggio 2020 - 21:45
(Keystone-ATS)

Il segretario di stato americano Mike Pompeo ha ringraziato oggi la Svizzera per l'attività di intermediazione svolta con l'Iran, nell'ambito di un possibile scambio di prigionieri fra Teheran e Washington.

In una conversazione telefonica avuta con il consigliere federale Ignazio Cassis, Pompeo ha ringraziato la Confederazione per il ruolo "costante e costruttivo nella protezione dei nostri interessi in Iran", afferma in un comunicato la portavoce del Dipartimento di Stato Morgan Ortagus.

In un tweet Pompeo ha anche menzionato "l'aiuto della Svizzera al rimpatrio di cittadini americani dall'Iran e dalla Birmania" durante l'epidemia di Covid-19, parlando una "partnership più forte che mai" fra Berna e Washington, senza però fare diretto riferimento ai prigionieri.

Da una quarantina d'anni la Svizzera rappresenta gli interessi statunitensi in Iran in assenza di relazioni diplomatiche tra i due stati. Pompeo e Cassis si sono fra l'altro incontrati in Ticino, nel giugno 2019 a Bellinzona.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.