Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 20013 i pompieri svizzeri hanno effettuato 66'509 interventi, prestando oltre 870'000 ore di servizio, 328'000 delle quali impiegate per spegnere gli incendi. È quanto si legge nella statistica annuale pubblicata oggi nella rivista specializzata "118 swissfire.ch".

Il 19,4% (12'893 casi) degli interventi erano legati ad incendi, il 13,9% (9299) a catastrofi naturali, il 16% ad assistenza tecnica, l'8% agli inquinamenti da olio e il 2% quelli chimici. A ciò si aggiungano un 15% di azioni non meglio precisate che possono comprendere incarichi come regolare il traffico o sorvegliare manifestazioni.

Spesso i vigili del fuoco si sono mossi per niente: circa una chiamata su quattro è infatti stata causata da falsi allarmi lanciati dai dispositivi antincendio, si legge nella rivista.

Continua a calare il numero delle organizzazioni di pompieri, scese su base annua del 4,7% a 1468, complici le aggregazioni comunali e lo scioglimento di alcuni reparti aziendali. In diminuzione anche i militi, scesi del 3% a 93'867.

SDA-ATS