Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Più nascite, più matrimoni e più divorzi: queste le tendenze individuate dall'Ufficio federale di statistica per l'anno 2010. I decessi sono rimasti stabili, mentre risultano in ulteriore calo le unioni domestiche registrate.

Cifre provvisorie pubblicate oggi dall'UST indicano che le nascite sono state 80'000, in aumento del 2,2% rispetto al 2009 e di quasi il 10% rispetto al 2005. Come in passato, sono nati più maschi (41'000) che femmine (39'000). Il numero medio di figli per donna in età fertile è salito a 1,52, a conferma della moderata ripresa della fecondità iniziata nel 2004. Invariata l'età media delle madri, fissatasi a 31,2 anni.

I casi di morte sul piano nazionale sono rimasti stabili a 62'500 e la differenza tra nascite e decessi mostra così un saldo positivo di 17'500 unità, un dato in progressione del 10,7% rispetto al 2009.

L'UST afferma inoltre che nel 2010 sono stati celebrati 42'800 matrimoni, in crescita del 2,1%. La progressione è dovuta essenzialmente alle unioni tra cittadini svizzeri. I divorzi sono stati 21'500, in aumento dell'11%, in contrasto quindi con la tendenza al ribasso osservata dal 2006.

Le statistiche indicano infine un ulteriore calo delle unioni tra persone dello stesso sesso, scese a 700: 500 tra uomini e 200 tra donne. Le cifre, rispetto al 2009, sono in regresso del 17%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS