Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel terzo trimestre il numero di occupati in Svizzera è cresciuto dello 0,6% rispetto allo stesso periodo del 2012, portandosi a 4,844 milioni. Ma al contempo anche il tasso di disoccupazione è salito, dal 4,3 al 4,7%. Complessivamente risultavano senza lavoro, ai sensi dell'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO), 218'000 persone, ossia 18'000 in più di un anno prima.

Il numero di uomini occupati è sceso dello 0,2%, quello delle donne è aumentato dell'1,6%, comunica oggi l'Ufficio federale di statistica (UST). In termini di equivalenti a tempo pieno, l'evoluzione è di +0,5% in totale (uomini: -0,7%, donne: +2,7%).

Da un anno all'altro il numero di lavoratori stranieri è progredito del 3,2% a 1,436 milioni, mentre quello degli svizzeri è diminuito dello 0,5% a 3,407 milioni. L'aumento della mano d'opera estera è stato particolarmente forte tra i titolari di un'autorizzazione di breve durata (permesso L) in Svizzera da meno di 12 mesi (+10,7%), mentre l'incremento è meno marcato tra chi era in possesso di un permesso di domicilio (permesso C, +5,8%) e i frontalieri (permesso G, +4,3%). Calati, invece, i titolari di un permesso di dimora (permesso B) o di un permesso L che vivono in Svizzera da più di 12 mesi (-3,5%).

Quanto ai disoccupati, l'UST rileva che nella fascia dai 15 ai 24 anni il tasso è aumentato dal 10,1 al 10,4%, in quella dai 25 ai 49 anni dal 4,0 al 4,5% e in quella dai 50 ai 64 anni dal 2,5 al 2,6%. Tra gli uomini il tasso ha raggiunto quello delle donne, ossia il 4,7%. Esso è leggermente diminuito tra gli svizzeri (dal 3,5 al 3,4%), mentre è salito tra gli stranieri (dal 7,0 all'8,5%). Tra questi ultimi è cresciuto sia tra le persone provenienti da paesi dell'UE28/AELS (dal 4,9 al 5,6%) che tra quelle giunte da Stati terzi (dall'11,7 al 15,0%).

Il numero di disoccupati di lunga durata (un anno o più) è calato da 70'000 a 67'000. La relativa quota è scesa dal 34,7 al 30,9%. La durata media di disoccupazione è diminuita leggermente, passando da 201 a 198 giorni.

Infine tra luglio e settembre, i lavoratori a tempo parziale erano 1,531 milioni (+38'000 rispetto al terzo trimestre 2012). Di questi, 301'000 erano sottoccupati, ovvero avrebbero voluto lavorare di più ed erano disponibili a farlo a breve termine. Il tasso di sottoccupazione era del 6,4%, in aumento rispetto a quello dello stesso periodo dell'anno precedente (6,1%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS