Navigation

Popostar Amy Winehouse condannata per aggressione

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 gennaio 2010 - 13:16
(Keystone-ATS)

LONDRA - Amy Winehouse si è dichiarata colpevole di aggressione nei confronti del direttore di un teatro di fronte al tribunale di Milton Keynes (Buckinghamshire), ed è stata condannata a due anni di libertà condizionata.
L'aggressione a Richard Pound avvenne il 19 dicembre scorso dopo che la popstar, ubriaca, aveva disturbato una performance natalizia di Cenerentola al Milton Keynes Theatre. Quando Pound era intervenuto, lo aveva attaccato. Il 23 dicembre si era presentata a una stazione di polizia, dove era stata arrestata e poi rilasciata su pagamento di cauzione. Dovrà anche pagare 100 sterline di risarcimento al direttore del teatro.
La sentenza significa che Amy - che era in aula ma che ha fatto parlare solo il suo avvocato - dovrà rigar dritto per i prossimi due anni, pena finire in cella.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.