Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il capo dello stato portoghese Anibal Cavaco Silva avvia oggi le consultazioni politiche sulla formazione del nuovo governo dopo le legislative di domenica.

Queste sono state vinte dalla coalizione di centrodestra del premier uscente Pedro Passos Coelho, che però ha perso la maggioranza assoluta.

Cavaco Silva inizia le consultazioni con un colloquio con il premier uscente. In serata il presidente dovrebbe rivolgersi al paese in un discorso televisivo.

La situazione politica dopo il voto di domenica è complessa. Passos, arrivato primo con il 38,55% e 104 deputati su 230 (i 4 rappresentanti dei portoghesi all'estero non sono stati ancora assegnati) rivendica di formare il nuovo governo. Il partito socialista di Antonio Costa ha ottenuto il 32,4% e 85 deputati, davanti ai post-trotzkisti del Bloco de Esquerda (Be), appoggiati da Podemos e da Syriza (10,22% e 19 seggi) e alla coalizione comunisti-verdi Cdu (8,27% e 17 deputati).

Numericamente una ipotetica coalizione fra i tre partiti del centrosinistra e della sinistra avrebbero una maggioranza in parlamento, ma i loro programmi sembrano inconciliabili.

Il Ps è intende portare avanti il risanamento del paese avviato da Passos dopo il piano di salvataggio da 78 miliardi della troika, con misure di austerità ma attenuate, mentre Be e Cdu sono per una totale inversione dirotta.

La leader di Be Catarina Martins ha proposto consultazioni ai socialisti per cercare di formare una coalizione. La maggior parte degli analisti prevede però la formazione di un governo minoritario di centrodestra che guiderebbe il paese fino a dopo le presidenziali di gennaio, e poi la convocazione nel 2016 di elezioni anticipate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS