Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Salvo rovesciamento di situazione dell'ultimo minuto domani Lisbona potrebbe registrare la caduta del governo del premier socialista José Socrates, e forse l'inizio dello scivolone finale del paese verso un piano di salvataggio Ue-Fmi, già scattato per Grecia e Irlanda.

Dopo oltre un anno di acrobazie politico-finanziarie, il governo minoritario rischia di non superare lo scoglio della quarta manovra antideficit lacrime e sangue in poco più di 12 mesi, concordata 10 giorni fa con Bruxelles in un nuovo tentativo per calmare i mercati.

Questa volta il principale partito di opposizione, il Pds di Pedro Passos Coelho, che ha consentito il passaggio dei precedenti giri di vite astenendosi, e impedito cosi la caduta del governo, ha detto basta. Questo mentre il paese ha rivisto al ribasso le stime di crescita 2011, con una previsione di contrazione del pil dello 0,9% invece della crescita dello 0,2% preventivata.

Lo stesso Socrates ha ammesso che le dimissioni del governo e le elezioni anticipate sono dietro l'angolo, e Passos Coelho ha avvertito che "ora è finita". Davanti a un Ps ai minimi storici, i sondaggi danno il Pds quasi sicuro vincitore di eventuali politiche anticipate.

Il prezzo da pagare sarà probabilmente il ricorso all'aiuto internazionale, dopo un anno di resistenza, nonostante i buoni risultati ottenuti da Lisbona sul fronte della riduzione del deficit. A prezzo però di una cura da cavallo che ha messo in ginocchio il paese, soprattutto i ceti più fragili e buona parte della classe media.

L'ex-presidente socialista Mario Soares ha lanciato un appello all'attuale capo dello stato il conservatore Anibal Cavaco Silva, perché intervenga per "impedire una catastrofe". Ma il leader Pds ha detto che le elezioni anticipate ormai sono "inevitabili", accusando Socrates di avere "trasformato la crisi politica in una crisi etica e morale senza precedenti in Portogallo".

Se il Parlamento monocamerale di Lisbona domani pomeriggio voterà contro la manovra, Socrates potrebbe recarsi subito da Cavaco Silva per annunciare la rinuncia del governo, scrive Publico, partecipando l'indomani al vertice Ue di Bruxelles già da premier dimissionario.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS