Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La liberalizzazione del mercato postale vacilla: con un solo voto di scarto, 12 a 11, la commissione delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale si è detta contraria alla piena liberalizzazione. Al Consiglio degli Stati c'era stato un sì di misura.
La commissione si è espressa, in linea di principio, contro la soppressione del monopolio della Posta sulle lettere, hanno reso noto oggi i Servizi del parlamento. Il Consiglio federale propone la liberalizzazione a tappe: dopo l'abbassamento in luglio del limite del monopolio sulle lettere da 100 a 50 grammi, una revisione legislativa dovrebbe elaborare i prossimi cambiamenti. Un anno dopo la sua entrata in vigore il governo tornerebbe davanti al parlamento per chiedere la liberalizzazione completa del mercato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS