Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Posta: tre centri pacchi regionali, uno a Cadenazzo (foto simbolica)

Keystone/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

La Posta costruirà entro il 2020 tre nuovi centri pacchi regionali in Ticino, nei Grigioni e in Vallese per far fronte alla forte crescita del commercio online e alla richiesta dei clienti di ricevere gli invii il più rapidamente possibile.

Il centro ticinese sorgerà a Cadenazzo e sarà operativo dal 2019.

I centri serviranno a sgravare quelli attuali di Daillens (VD), Härkingen (SO) e Frauenfeld (TG), precisa un comunicato. Gli invii saranno smistati e recapitati nelle rispettive regioni senza dover passare per gli attuali centri pacchi, come accade oggi. "In tal modo una parte della logistica dei pacchi sarà trasferita a livello regionale", aggiunge la nota.

Nel centro di Cadenazzo, che sorgerà nell'area dell'attuale base di distribuzione, saranno convogliati tutti i pacchi inviati e recapitati in Ticino. Il progetto prevede la costruzione di un edificio industriale con banchine di carico per autocarri e furgoni e un impianto di smistamento.

Gli altri due centri saranno costruiti a Vétroz (VS) e nella zona di Landquart (GR) entro il 2020. Le attività svolte nelle sedi di distribuzione per pacchi a Bex, Briga e Sion saranno accorpate, insieme allo smistamento dei pacchi, nel nuovo centro regionale vallesano, mentre in quello che sorgerà nella zona di Landquart saranno trasferite le attuali sedi di Buchs e Landquart. Presso queste sedi la capacità di spartizione sarà di 8000 pacchi all'ora. Tutti i collaboratori continueranno a prestare servizio presso le nuove sedi.

SDA-ATS