Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I francobolli potrebbero costare presto di più: un franco per l'invio di una lettera con priorità B e 1,20 per la A (oggi rispettivamente 85 centesimi e 1 franco).

Per il presidente del consiglio di amministrazione della Posta, Peter Hasler, l'aumento è necessario se si vogliono coprire le spese della clientela privata.

Le attuali tariffe in questo segmento della spedizione non sono più sufficienti a coprire i costi, dichiara Hasler al domenicale "Schweiz am Sonntag", e un aumento limitato a 2-3 centesimi non cambierebbe la situazione. "Abbiamo bisogno di un rialzo dei prezzi sostenibile", aggiunge, ricordando che La Posta non corregge i suoi prezzi dal 2004.

Le attuali tariffe sono bloccate fino a marzo 2016, a seguito di un accordo tra il "gigante giallo" e Mister Prezzi Stefan Meierhans, poi si potrebbe procedere agli aumenti, "ma non so che cosa lui ne pensa", ammette il dirigente della Posta. Contattato dall'ats Stefan Meierhans non ha voluto pronunciarsi, limitandosi a dire: "Non dico nulla fintanto che la questione non sarà sul mio tavolo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS