Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PostFinance non teme procedimenti penali in relazione alla disputa fiscale con gli Usa. Per questo non ha costituito accantonamenti per eventuali multi, ma solo riserve di 2,5 milioni di franchi per spese procedurali, ha precisato il presidente del consiglio di amministrazione della Posta Peter Hasler in un'intervista a "Le Temps".

PostFinance ha aderito al programma americano volto a risolvere il contenzioso fiscale nella cosiddetta "categoria 2", riservata alle banche che hanno motivo di credere di aver violato la legge USA o che comunque non possono escludere tale eventualità.

Lo abbiamo fatto solo perché permangono "molte incertezze nel programma americano e per meglio proteggere il personale e l'impresa", ha detto Hasler. PostFinance si è però riservata la possibilità di passare alla categoria 3, quella delle banche che possono provare di non aver commesso infrazioni.

SDA-ATS