Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Saranno "arrestati" e "puniti" i terroristi del sedicente Stato islamico responsabili dell'attacco kamikaze eseguito nella notte contro un mercato a Bani Saad, 35 chilometri a nord di Baghdad, nella provincia di Diyala, e che ha provocato almeno 120 morti.

Lo ha assicurato il primo ministro iracheno, Haider al-Abadi, commentando la strage, una delle più sanguinose degli ultimi anni in Iraq.

"Non ci sarà posto per i gruppi terroristici nel nostro paese - ha sottolineato al-Abadi, citato dall'agenzia di stampa Dpa - Non resteranno impuniti. I loro crimini aumentano la nostra determinazione a dar loro la caccia".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS