Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Ho presentato un'alternativa concreta ad un cattivo accordo". Così il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha risposto alle critiche del presidente Usa Obama al suo intervento al Congresso. Il premier è appena atterrato in Israele di ritorno dagli Usa.

Il premier ha poi spiegato che l'alternativa proposta "da un lato prevede l'allungamento ad alcuni anni del lasso di tempo necessario all'Iran per avanzare verso le armi atomiche se decidesse di infrangere gli accordi".

"Dall'altro lato - ha aggiunto - ho anche proposto che le sanzioni non siano rimosse in maniera automatica finchè l'Iran non cessi di diffondere terrorismo nel mondo, di comportarsi in maniera aggressiva con i suoi vicini e di minacciare di cancellare Israele".

"Torno in patria - ha proseguito - con la consapevolezza che molti nel mondo hanno sentito quel che Israele ha da dire su questo cattivo accordo che prende forma con l'Iran". Per Netanyahu le reazioni avute da parte democratica e repubblicana sono state "incoraggianti. Ho la sensazione - ha concluso - che abbiano compreso meglio perchè questo accordo è così cattivo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS