Navigation

Premier palestinese condanna l'attentato in una colonia

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 marzo 2011 - 12:04
(Keystone-ATS)

Il premier palestinese Salam Fayyad ha condannato oggi "chiaramente e con fermezza" l'assassinio di una famiglia di coloni israeliani - padre, madre e tre figli - da parte di uno e più palestinesi in un insediamento vicino a Nablus, nel nord della Cisgiordania.

"Noi condanniamo chiaramente e con fermezza tutte le forme di violenza e condanno ciò che è avvenuto a Itamar ieri sera, esattamente come condanno i crimini nei confronti dei palestinesi", ha dichiarato Fayyad durante una visita a Betlemme.

Il premier israeliano Benyamin Netanyahu afferma di essere rimasto "sconvolto" per l'attentato terroristico avvenuto la scorsa notte nella colonia di Itamar in Cisgiordania. In un duro comunicato stampa aggiunge che Israele si attende dall'Anp di prodigarsi per la cattura dei responsabili.

"Israele non soprassederà dopo questo disgustoso delitto e opererà con determinazione per garantire la sicurezza dei propri cittadini e punire gli assassini", ha affermato Netanyahu.

"Si tratta - ha aggiunto - di un crimine orrendo, dell'uccisione di una intera famiglia innocente, dei genitori con i loro figli e con la loro piccola di tre mesì, mentre dormivano nella loro casa durante la serata sabbatica".

Israele si attende adesso dall'Anp che dia piena assistenza per la cattura dei responsabili del delitto, ha concluso il primo ministro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?