Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La scrittrice elvetica Fleur Jaeggy, che da molti anni vive a Milano, è la vincitrice del premio letterario "Giuseppe Tomasi di Lampedusa".

La giuria presieduta da Gioacchino Lanza Tomasi, figlio adottivo dell'autore del "Gattopardo", l'ha selezionata per il suo volume "Sono il fratello di XX", edito da Adelphi.

Alla premiazione, che si terrà l'8 agosto a Santa Margherita Belice, il paese del Gattopardo nell'Agrigentino, interverranno anche Franco Battiato e l'attore Luigi Lo Cascio. Con lo pseudonimo di Carlotta Wieck la scrittrice ha collaborato con il cantante siciliano.

Suoi sono i brani "Orizzonti perduti", "Fisiognomica" e "Oceano di silenzio". Il premio letterario, ha sottolineato Lanza Tomasi, ha una storia originale: in tutte le sue dodici edizioni ha mantenuto un livello alto e una dimensione internazionale scegliendo autori che non rappresentano certo una "scrittura localistica".

E per questo sono stati premiati scrittori come Abraham B. Yehoshua, Claudio Magris, Edoardo Sanguineti, Kazuo Ishiguro, Francesco Orlando, Valeria Parella, Amos Oz, Mario Vargas Llosa e Javier Marias. "Tutti autori - ha detto Lanza Tomasi - che hanno letto il Gattopardo con interesse per il modo in cui descrive i patti con la vita e i cambiamenti del proprio tempo".

Alla cerimonia di consegna del premio, che quest'anno ha il patrocinio del Ministero dei beni culturali, Battiato eseguirà brani del suo repertorio mentre Luigi Lo Cascio leggerà alcuni frammenti del "Gattopardo". Il sindaco di Santa Margherita Belice, Franco Valenti, e l'assessore alla cultura Tanino Bonifacio hanno parlato della propensione del piccolo paese del Belice a essere un luogo in cui la cultura si coniuga con lo sviluppo del territorio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS