Tutte le notizie in breve

Il Museo etnografico di Ginevra ha ottenuto un importante riconoscimento internazionale

KEYSTONE/MARTIAL TREZZINI

(sda-ats)

Il Museo etnografico di Ginevra (MEG) è stato insignito ieri sera a Zagabria del Premio del Museo europeo 2017. La giuria l'ha definito "un eccellente esempio di museo vivente che propone una storia multiculturale aperta a tutti".

Lo "European Museum of the Year Award" (EMYA) ricompensa ogni anno un'istituzione museale ed europea per l'eccezionale qualità della sua offerta culturale a destinazione del pubblico e per la sua influenza significativa nell'ambito dei musei a livello nazionale ed internazionale". L'EMYA è il più importante riconoscimento per un museo in Europa.

Il premio è destinato a istituzioni inaugurate due anni prima della sua attribuzione o che si sono modernizzate o estese durante questo periodo. Fondato nel 1901, il MEG aveva riaperto i battenti a fine ottobre 2014 dopo essere stato interamente trasformato.

In una nota ai media, il Museo etnografico di Ginevra si è dichiarato "fiero e commosso per l'ottenimento del prestigioso premio". Il direttore del MEG Boris Wastiau era presente alla cerimonia di consegna del premio a Zagabria per ricevere il trofeo dell'EMYA, che l'istituzione ginevrina avrà il privilegio di conservare per un anno, precisa il comunicato.

Un'altra istituzione elvetica è stata omaggiata ieri sera nella capitale croata. Il Centro visitatori della Stazione ornitologica svizzera di Sempach (LU) ha ottenuto infatti una menzione speciale per lo sviluppo sostenibile.

Finora soltanto due istituzioni elvetiche avevano ricevuto il premio dell'EMYA: il museo regionale del Sarganserland (SG) nel 1983 e il Museo Olimpico di Losanna nel 1995.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve