Navigation

Presidente del CS Doerig invita Germania ad amnistia fiscale

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 febbraio 2010 - 13:46
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Secondo il presidente del consiglio di amministrazione del Credit Suisse, Hans-Ulrich Doerig, la Germania, così come ha fatto l'Italia, dovrebbe ricorrere allo scudo fiscale: a suo dire sarebbe un buon mezzo per far rientrare il denaro di eventuali evasori tedeschi.
Un'amnistia fiscale potrebbe riscuotere un grande successo, ha detto oggi alla radio della Svizzera tedesca; la Germania ha urgentemente bisogno di fondi per fronteggiare il proprio debito pubblico che quest'anno culminerà a oltre 110 miliardi di euro.
La pressione sulle banche elvetiche derivante dal possibile acquisto di dati di clienti germanici finirà per calare, ha aggiunto Doerig, affermando di non sapere quanto denaro non tassato ci sia nel suo istituto finanziario.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.