Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"L'Arcisate-Stabio non è un'opera di competenza della Regione Lombardia, altrimenti l'avremmo realizzata nei tempi e costi previsti": lo ha sostenuto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

Lo ha detto durante la cerimonia di sottoscrizione, insieme al presidente del Consiglio di Stato del Canton Ticino Norman Gobbi, di una nuova dichiarazione d'intesa.

La dichiarazione è volta a rafforzare e migliorare la collaborazione transfrontaliera in diversi settori tra la Lombardia e il Canton Ticino.

"siamo abituati a fare le opere di cui abbiamo la responsabilità, come abbiamo fatto con la tratta A della Pedemontana, con le tangenziali di Varese e di Como e con la Teem", ha detto ancora Maroni.

"Tutte queste infrastrutture, che abbiamo inaugurato quest'anno - ha continuato - fatte nei tempi e nei costi previsti, con l'assenso dei territori interessati, un modello che lo Stato italiano dovrebbe prendere a esempio per tutte le infrastrutture. Siamo un modello perché abbiamo una grande attenzione per il nostro territorio pur nel massimo rigore del rispetto dei tempi e dei costi fissati".

"Per quanto concerne la Arcisate-Stabio - ha precisato Maroni - la buona notizia è che l'appalto è stato assegnato e pare che tutti i problemi, relativi all'individuazione dei siti dove smaltire le rocce da scavo inquinate dall'arsenico, siano stati risolti e quindi sono abbastanza ottimista".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS