Il presidente del PLR ginevrino Alexandre de Senarclens chiede le dimissioni di Pierre Maudet. La presa di posizione sarà sottoposta lunedì al comitato direttivo del partito. "Questa vicenda è durata anche troppo", ha indicato in un'intervista rilasciata a "Le Temps".

"Abbiamo una responsabilità nei confronti della popolazione, degli elettori, dei nostri valori e dei nostri rappresentanti", ha affermato il presidente dei liberali-radicali di Ginevra, precisando che darà le dimissioni se il comitato - composto di 32 membri - non lo seguirà.

Da quando lo scandalo legato al noto viaggio ad Abu Dhabi avvenuto nel 2015 è esploso, la direzione del PLR ha sperato che il consigliere di Stato ginevrino "riflettesse in merito all'interesse del partito e che le sue dimissioni giungessero spontaneamente". "Siamo arrivati al punto di non ritorno", ha sottolineato Senarclens.

Secondo il presidente non ci sarà un'archiviazione rapida della vicenda: "Maudet ha mentito ripetutamente al Consiglio di Stato, al suo partito e alla popolazione". Come se non bastasse, il PLR "ancora non ha ricevuto spiegazioni chiare da parte sua". Il consigliere di Stato "ha fatto tanto per unificare e strutturare il partito, ora non deve diventare fonte di divisioni", ha concluso.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.