Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un gruppo di amicizia Svizzera-Tunisia che si occuperà della formazione professionale è stato creato oggi in occasione del secondo e ultimo giorno della visita di Stato a Berna del presidente tunisino Béji Caïd Essebsi.

L'obiettivo principale del Gruppo di amicizia, creato in presenza del presidente della Confederazione Johann Schneider-Ammann e dell'ospite nordafricano, sarà di analizzare in quale misura alcuni aspetti del sistema di formazione professionale svizzero possano contribuire allo sviluppo economico della Tunisia rafforzando di conseguenza le relazioni economiche tra i due Paesi. Lo ha reso noto il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR).

Costituito come associazione e finanziato attraverso i contribuiti dei suoi membri, il gruppo intende creare reti tra rappresentanti pubblici e privati oltre che promuovere il dialogo politico, economico, culturale e scientifico.

Il Gruppo di amicizia sarà presieduto dall'ex Consigliere federale Samuel Schmid, che gode di molta stima in Tunisia per aver criticato - in veste di Presidente della Confederazione durante una conferenza a Tunisi nel 2005 - la mancanza di libertà di espressione sotto l'allora presidente Ben Ali.

Questa mattina i due capi di Stato hanno partecipato a una tavola rotonda con alcuni esponenti dell'economia di entrambi i Paesi, tra questi un rappresentante del patronato dell'industria, del commercio e dell'artigianato tunisino (UTICA). Quest'ultimo è una delle quattro organizzazioni insignite del premio Nobel per la pace 2015.

L'incontro con i rappresentanti di differenti settori economici era orientato all'identificazione di elementi che possano stimolare ulteriormente gli scambi economici tra i due Paesi. La Tunisia è il decimo partner commerciale della Svizzera sul continente africano. Il volume totale degli scambi commerciali ammontava a circa 405 milioni di franchi nel 2014.

Schneider-Ammann e Essebsi si sono poi recati a Ostermundigen (BE) per visitare uno stabilimento dell'azienda di trasformazione del latte Emmi, presente in Tunisia con una filiale. L'incontro con alcune persone in formazione ha permesso di ricordare il ruolo degli studi professionali nella lotta alla disoccupazione giovanile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS