Navigation

Presidenza USAM: almeno cinque candidati per succedere a Zuppiger

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2012 - 11:53
(Keystone-ATS)

Almeno cinque persone mirano alla successione di Bruno Zuppiger alla presidenza dell'Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM). L'elezione spetta al Congresso che si riunirà il 23 maggio prossimo. I candidati sono tutti parlamentari e fanno parte dell'UDC, del PPD e del PBD.

In corsa vi sono due esponenti dell'Unione democratica di centro: si tratta del consigliere nazionale Jean-François Rime (FR) e della collega Sylvia Flückiger (AG). La notizia riportata oggi dalla "Neue Zürcher Zeitung" è stata confermata dall'USAM. Sono interessati anche il consigliere agli Stati Jean-René Fournier (VS) e il consigliere nazionale Gerhard Pfister (ZG), ambedue esponenti del Partito popolare democratico.

Finora la lettera di Pfister non è comunque ancora giunta all'USAM, ha precisato l'organizzazione che rappresenta circa 280 associazioni e 300'000 piccole e medie imprese, ma si tratta di una questione formale, visto che il deputato è sostenuto dalla sua sezione cantonale. In corsa vi è anche il consigliere nazionale Lorenz Hess (PBD/BE). Alla scadenza dei termini non vi è invece nessun candidato del Partito liberale radicale.

Generalmente, la presidenza dell'USAM è attribuita a rotazione ogni 8 anni tra UDC, PPD e PLR. Bruno Zuppiger (UDC), succeduto a Edi Engelberger (PLR/NW), ha occupato questa funzione solo per due anni e dovrebbe continuare ad essere svolta da un esponente UDC.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?