Navigation

Presto posti in piedi sui treni regionali

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 aprile 2012 - 11:39
(Keystone-ATS)

Per il direttore delle Ferrovie federali Andreas Meyer è del tutto ammissibile che sui treni regionali frequentati dai pendolari, nelle tratte che durano meno di 20 minuti, ci siano posti in piedi. I convogli a due piani saranno equipaggiati proprio così, con zone senza sedili.

In particolare sulla rete S-Bahn, a causa dell'alto numero di passeggeri, non è possibile evitare che ogni tanto non ci siano più posti a sedere, ha detto alla "SonntagsZeitung". "Fino ad una durata massima del tragitto di 20 minuti, riteniamo ammissibile che il cliente rimanga in piedi", ha aggiunto. Spesso, inoltre, la durata del viaggio è minore; "è soltanto in prossimità delle città che i treni risultano pieni".

Per i viaggiatori in prima classe sulle tratte lunghe che non trovano posti a sedere, si sta studiando la possibilità che vengano indennizzati. "Personalmente trovo che sarebbe una buona idea - ha dichiarato direttore delle FFS - ma ci vuole ancora del tempo per studiare la cosa in dettaglio". Quanto alle tariffe, il fatto che l'offerta e i viaggiatori aumentino significa che i prezzi sono adeguati, secondo Meyer.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?