Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Erano destinati a opere caritative i lingotti d'oro avvolti in imballaggio da cioccolata che un prete attivo nel canton Lucerna ha tentato di contrabbandare in India. Lo afferma oggi la Diocesi di Basilea in un comunicato.

Il prete è stato fermato ieri all'aeroporto di Kochi (ex Cochin), nel sud del Paese. Il 59enne, originario dello Stato indiano del Kerala dove si trova Kochi, era in possesso di tre lingotti, ognuno da 100 grammi, per un valore di circa 12'000 franchi. Erano avvolti nella carta e nascosti sotto la vera cioccolata. Secondo le leggi doganali avrebbe dovuto pagare tasse per circa il 10% del valore (1'200 franchi). Ora rischia una multa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS