Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sale l'indice dei prezzi alla produzione e all'importazione in Svizzera.

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

In settembre, l'indice globale dei prezzi alla produzione e all'importazione è salito in Svizzera dello 0,5% rispetto al mese precedente, portandosi a 100,5 punti (base dicembre 2015 = 100).

Da settembre 2016 l'aumento è stato dello 0,8%. Lo ha reso noto stamani l'Ufficio federale di statistica (UST).

Il rialzo dell'indice dei prezzi alla produzione (+0,4%) rispetto al mese precedente è dovuto in particolare ai prezzi più alti dei rottami di ferro. Anche i prodotti petroliferi, metalli e semilavorati in metallo, autoveicoli e parti per autoveicoli, latte crudo e altri prodotti alimentari sono diventati più cari.

Rispetto ad agosto è stato rilevato un aumento nell'indice dei prezzi all'importazione (+0,8%) soprattutto per i prodotti petroliferi. Lo stesso vale per i prezzi di metalli non ferrosi e prodotti relativi, petrolio greggio e gas naturale, ferro grezzo e acciaio, abbigliamento, tessili, autoveicoli e parti per autoveicoli, nonché cuoio, prodotti in cuoio e calzature, precisa la nota.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS