Tutte le notizie in breve

Prezzi alla produzione: in calo rispetto a febbraio gli ortaggi freschi

Keystone/DPA dpa/A3216/_PETER KNEFFEL

(sda-ats)

Aumento dei prezzi alla produzione e all'importazione in marzo. Il relativo indice calcolato dall'Ufficio federale di statistica (UST) si è attestato a 100,3 punti, con una progressione dello 0,1% rispetto a febbraio.

Su base annua l'incremento è stato più marcato, pari all'1,3%.

Per quanto riguarda il dato sui soli prezzi alla produzione - che mostra l'evoluzione dei prodotti indigeni - si è assistito a un rincaro rispettivamente dello 0,1% (mensile) e dello 0,4% (dodici mesi), con un indice a 99,9 punti. Rispetto a febbraio sono risultati più cari i rottami di ferro, mentre in calo sono apparsi gli ortaggi freschi.

Il secondo sottoindice - quello dei prezzi all'importazione, che mostra l'evoluzione dei prodotti provenienti dall'estero - si è fissato a 101,3 punti, con crescite dello 0,1% e del 3,2%. Costavano di più - nel confronto mensile - frutta, metalli non ferrosi, autoveicoli, preparati farmaceutici, petrolio greggio e gas naturale. Cali di prezzo sono invece stati registrati soprattutto per i prodotti petroliferi.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve