Navigation

Prezzi produzione e importazione: -3,9% nel 2009

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 gennaio 2010 - 10:41
(Keystone-ATS)

NEUCHÂTEL - Nel 2009 i prezzi alla produzione e all'importazione sono calati del 3,9% rispetto all'anno precedente. La flessione ha riguardato in particolare i prezzi dei prodotti importati, scesi più marcatamente (-7,4%) dei prodotti indigeni (-2,1%), indica l'Ufficio federale di statistica (UST) in un comunicato odierno.
L'anno appena trascorso è stato caratterizzato da due fasi: fino a maggio sono state rilevate nette diminuzioni di prezzo, mentre in seguito si è assistito a una stabilizzazione. Tariffe decisamente inferiori a quelle del 2008 sono state osservate soprattutto per prodotti agricoli e di selvicoltura, i prodotti petroliferi e i prodotti in metallo.
Per quanto riguarda il solo mese di dicembre l'indice dei prezzi alla produzione e all'importazione ha raggiunto 106,2 punti (base maggio 2003 = 100): rispetto a novembre vi è stata una progressione dello 0,1%, mentre su base annua si registra una flessione del 2,5%. I prezzi alla produzione (prodotti indigeni al momento in cui lasciano la fabbrica, non sono compresi i servizi) sono variati rispettivamente del +0,2 e del -2,0, mentre quelli all'importazione sono rimasti stabili su base mensile e sono diminuiti del 3,4% nel confronto con dicembre 2008.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.