Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Primo caso di condanna per video sessuali di ripicca postati online per una donna in Gran Bretagna.

Paige Mitchell, 24 anni, di Stevenage, a nord di Londra, è stata condannata a sei settimane di carcere sospese con la condizionale per aver postato su Facebook le immagini esplicite (filmati e foto) della sua compagna dopo un'accesa discussione con quest'ultima, che l'accusava di guardare altre donne. Lo si legge su vari media britannici.

Bette Hindmarsh, la giudice che ha condannato la ragazza, ha dichiarato che "postare quelle foto su internet costituiva un'invasione della privacy" con intenti "fortemente vendicativi. È stata compiuta con l'intenzione di umiliare e ferire la vittima". Mitchell è stata anche accusata di aver picchiato la sua ragazza. Per entrambe le accuse si è dichiarata colpevole.

Le foto - è stato rilevato durante l'udienza - erano state inviate a Mitchell dalla sua compagna. Dopo la litigata fra le due - che durava da oltre un anno - sono state postate sul suo account di Facebook, dove sono rimaste per circa mezz'ora. Poi la Mitchell le ha rimosse quando sua madre le ha fatto notare che era una cosa illegale.

"Mi ha fatto sentire imbarazzata, veramente imbarazzata, anche solo a camminare per strada", ha dichiarato in tribunale la vittima.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS