Navigation

Prima grande centrale solare alpina, 10'000 mq pannelli su una diga

L'impianto è favorito dall'orientamento a sud. sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2019 - 11:39
(Keystone-ATS)

Il gruppo energetico Axpo sta progettando la prima grande centrale solare alpina della Svizzera. Dovrebbe sorgere sulla diga del Muttsee, lago a quasi 2500 metri nel canton Glarona, e il suo scopo sarà di ridurre la penuria di elettricità soprattutto in inverno.

"La diga del Muttsee è particolarmente adatta ai pannelli fotovoltaici", afferma Christoph Sutter, responsabile del comparto nuove fonti energetiche di Axpo, citato in un comunicato odierno. "Abbiamo un'infrastruttura esistente che ha un collegamento alla rete ed è orientata verso sud, quindi è esposta in modo ottimale al sole. Inoltre, l'impianto si trova a un'altitudine di quasi 2500 metri e può perciò fornire parecchia elettricità, soprattutto durante i mesi invernali".

Gli impianti fotovoltaici alpini generano circa la metà della loro produzione di energia elettrica nel semestre invernale. Hanno diversi vantaggi rispetto a quelli in pianura: innanzitutto in alta quota c'è meno nebbia e di conseguenza la radiazione solare è maggiore; inoltre l'efficienza dei moduli è più elevata alle basse temperature; infine la luce del sole viene riflessa dal manto nevoso, aumentandone l'effetto.

L'impianto avrà una potenza di 2 Megawatt e una produzione 2,7 gigawattora. Saranno installati 6000 moduli fotovoltaici su una superficie di 10'000 metri quadrati, direttamente sul muro della diga (che, per avere un'idea, è bassa e larga: si estende su oltre 1000 metri ed è alta 27 metri): la relativa domanda di costruzione sarà presentata nei prossimi giorni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.