Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cento anni fa le truppe tedesche invadevano il Belgio neutrale dirette in Francia. In ricordo di quegli eventi che segnarono l'inizio della Grande Guerra sul fronte occidentale, si è tenuta a Liegi (B) una cerimonia commemorativa. La consigliera federale Simonetta Sommaruga, vicepresidente del Consiglio federale, era presente in rappresentanza della Svizzera.

La cerimonia presso il monumento commemorativo "Mémorial Interallié" a Liegi, cui Re Filippo del Belgio ha invitato più di 60 capi di Stato e di governo, rappresenta il primo dei due grandi eventi celebrativi previsti quest'anno in Belgio.

Gli ospiti di Stato hanno ricordato le molte vittime civili e militari nonché la violazione della neutralità del Belgio con l'invasione tedesca. In occasione dell'evento, tenutosi all'insegna del ricordo e della riconciliazione, hanno tenuto un discorso, oltre alle autorità belghe, anche Joachim Gauck, presidente della Germania, François Hollande, presidente francese, e il principe William per il Regno Unito.

L'invito all'indirizzo della Svizzera a partecipare alle celebrazioni è da intendersi come segno di riconoscimento dell'impegno umanitario profuso durante gli anni di guerra, indica un comunicato odierno del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP). Allora la Confederazione accolse 2000 bambini belgi feriti, 4500 ufficiali e soldati anch'essi feriti e 6000 profughi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS