Cento anni fa le truppe tedesche invadevano il Belgio neutrale dirette in Francia. In ricordo di quegli eventi che segnarono l'inizio della Grande Guerra sul fronte occidentale, si è tenuta a Liegi (B) una cerimonia commemorativa. La consigliera federale Simonetta Sommaruga, vicepresidente del Consiglio federale, era presente in rappresentanza della Svizzera.

La cerimonia presso il monumento commemorativo "Mémorial Interallié" a Liegi, cui Re Filippo del Belgio ha invitato più di 60 capi di Stato e di governo, rappresenta il primo dei due grandi eventi celebrativi previsti quest'anno in Belgio.

Gli ospiti di Stato hanno ricordato le molte vittime civili e militari nonché la violazione della neutralità del Belgio con l'invasione tedesca. In occasione dell'evento, tenutosi all'insegna del ricordo e della riconciliazione, hanno tenuto un discorso, oltre alle autorità belghe, anche Joachim Gauck, presidente della Germania, François Hollande, presidente francese, e il principe William per il Regno Unito.

L'invito all'indirizzo della Svizzera a partecipare alle celebrazioni è da intendersi come segno di riconoscimento dell'impegno umanitario profuso durante gli anni di guerra, indica un comunicato odierno del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP). Allora la Confederazione accolse 2000 bambini belgi feriti, 4500 ufficiali e soldati anch'essi feriti e 6000 profughi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.