Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Alla vigilia del natale della patria, anche quest'anno, per la quinta volta, la Piazza federale si muterà in palcoscenico per una serie di concerti gratuiti che intendono celebrare "una Svizzera con un grande cuore" e "un futuro senza eredità pericolose".
La manifestazione "Openair sulla Piazza federale", che si terrà tra le 12.00 e le 22.00 di venerdì 30 luglio, è sostenuta da numerose personalità dell'economia, della cultura e dello sport, hanno indicato oggi gli organizzatori in una conferenza stampa a Berna. Nel comitato, diretto dalla presidente del Consiglio nazionale Pascale Bruderer (PS/AG), sono rappresentati Partito socialista, Partito popolare democratico, Verdi liberali, Partito liberale radicale e Partito borghese democratico.
Partner della quinta edizione dell'openair quest'anno è Green Cross. L'associazione, stando a quanto indica il suo sito internet, si adopera per eliminare i danni derivanti da catastrofi industriali e militari e per risanare i siti contaminati risalenti al periodo della guerra fredda. Per questo il motto dei concerti di quest'anno fa esplicito riferimento a un futuro sostenibile per i bambini di zone devastate da conflitti. Un'attenzione particolare sarà rivolta alle vittime del cosiddetto "agente arancio", una miscela di due erbicidi ampiamente usata dal 1961 al 1971 dall'esercito statunitense in Vietnam.
Oltre ai concerti, tenuti tra gli altri da DeLaSar e Anshelle, sul palco prenderà la parola anche René Prêtre, specialista di chirurgia cardiaca sui bambini, che in gennaio è stato designato "Svizzero dell'anno 2009".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS