Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La festa del lavoro è quest'anno sotto il segno del salario minimo, tema dell'iniziativa lanciata dai sindacati e in votazione il 18 maggio prossimo. In tutto il Paese è prevista una cinquantina di manifestazioni, tra cui una a Lugano.

Il consigliere federale socialista Alain Berset terrà un discorso a Thun (BE), mentre la collega di governo e di partito Simonetta Sommaruga visiterà una fabbrica nel cantone di Soletta.

Il presidente dell'Unione sindacale svizzera (USS), il consigliere agli stati Paul Rechsteiner (PS/SG), sarà in Germania, a Norimberga, dove è stato invitato da un sindacato tedesco.

Contrariamente a quanto era stata annunciato, Giuseppina Nicolini, sindaco di Lampedusa (I), molto impegnata in favore dei rifugiati e dei migranti, non sarà a Zurigo a causa della situazione tesa che regna nell'isola italiana.

La sostituirà l'artista e attivista Giacomo Sferlazzo, che parlerà del lavoro svolto dal collettivo Askavusa, associazione fondata nel 2009 a seguito delle proteste contro la realizzazione di un centro di identificazione ed espulsione degli immigrati clandestini a Lampedusa.

A Zurigo, la manifestazione del 1. maggio non si concluderà come al solito sulla Bürkliplatz, ma sulla nuova Sechseläutenplatz, dove su invito dell'Unione sindacale svizzera terrà un discorso anche il presidente del Partito socialista Christian Levrat.

SDA-ATS