Tutte le notizie in breve

Per la Festa del lavoro una cinquantina di manifestazioni si svolgeranno in una ventina di cantoni.

KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI

(sda-ats)

In occasione della Festa del lavoro, i sindacati ricordano il loro impegno in favore di una Svizzera più sociale. Uguaglianza salariare, rafforzamento dell'AVS e solidarietà internazionale sono i temi principali di questo Primo maggio.

Seguendo lo slogan "un avvenire per tutti, più sociale e giusto", una cinquantina di manifestazioni si svolgeranno in una ventina di cantoni, annuncia l'Unione sindacale svizzera (USS). Come tradizione, saranno presenti i ministri e le personalità socialiste.

La consigliera federale Simonetta Sommaruga è ad esempio attesa a Sion, mentre il "collega" Alain Berser parlerà a Interlaken (BE). All'indomani del primo turno elettorale per il governo vodese, il consigliere di Stato Pierre-Yves Maillard si esprimerà invece a Zurigo.

Impieghi, salari e pensioni sono al centro delle preoccupazioni di molti svizzeri, constatano i sindacati. Ora non si tratta più solamente di respingere iniziative "nefaste", ma anche di passare all'azione, ad esempio accettando la riforma Previdenza vecchiaia 2020 il prossimo 24 settembre, scrive l'USS.

Per dimostrare che la sinistra e i sindacati non hanno i monopolio del tema lavoro, il PLR friburghese organizza un proprio evento. In un comunicato annuncia l'intenzione di "scendere in strada per manifestare la propria riconoscenza a tutti coloro che lavorano".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve