Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PRISTINA - Le autorità di Pristina hanno escluso ogni ipotesi di trattativa con la Serbia che preveda scambi di territorio o una autonomia per il nord del Kosovo.
Il premier, Hashim Thaci, ha detto oggi che con la Serbia saranno stabilite normali relazioni di partenariato interstatale.
"In nessun caso vi sarà uno scambio di territori nè una autonomia per il nord, e neanche colloqui con Belgrado sulla questione dei serbi del Kosovo. Con la Serbia ci sarà solo una collaborazione interstatale", ha detto Thaci, con riferimento alla pubblicazione dell'ultimo rapporto dell'International Crisis Group sul Kosovo, che suggerisce tre possibili soluzioni per il problema del nord del Kosovo (abitato in maggioranza da serbi) in eventuali colloqui tra Pristina e Belgrado: l'attuazione del piano Ahtisaari, una maggiore autonomia e uno scambio di territorio.
"Alla base del nostro stato vi sono e valgono solo la costituzione, le nostre leggi e il piano Ahtisaari", ha affermato il premier kosovaro.
La Serbia si rifiuta di riconoscere l'indipendenza proclamata dal Kosovo nel febbraio 2008 e che è stata approvata finora da 69 paesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS