Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Abba Abacha, riconosciuto colpevole di partecipazione a una organizzazione criminale, è stato condannato oggi a una pena di due anni di prigione con la condizionale dal Tribunale di polizia di Ginevra. I giudici hanno anche ordinato la confisca dei fondi che il 41enne figlio del defunto dittatore della Nigeria Sani Abacha ha nascosto in Lussemburgo e alle Bahamas.
Il tribunale ha ritenuto che Abba Abacha, non presente in aula, sia stato un membro attivo della struttura famigliare organizzata sotto il regime del padre Sani per saccheggiare le risorse della Nigeria. "Non vi è alcun dubbio che Abba Abacha abbia agito in piena conoscenza di causa e abbia continuato a farlo dopo la morte del padre", rileva la sentenza.
Gli averi che Abba Abacha ha depositato in Lussemburgo e alle Bahamas sono stati confiscati dal Tribunale di polizia. In tutto sono oltre 400 milioni di dollari, ha indicato uno degli avvocati della Nigeria, Enrico Monfrini. Il governo di Abuja avvierà una procedura a Ginevra per recuperare questi fondi.

SDA-ATS