Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - L'ex dittatore del Panama Manuel Noriega aveva depositato in Svizzera una parte di fondi generati dal traffico di droga. Dei conti sono stati bloccati a Ginevra nel 1990 su richiesta delle autorità americane e in totale 20 milioni di franchi sono stati congelati.
Gli Stati Uniti hanno ottenuto da Berna l'accesso ai documenti bancari del generale nell'ambito del processo penale, ma il denaro proveniente dal traffico di droga non è stato trasmesso.
"Il denaro è stato confiscato dal cantone di Ginevra nel 2000", ha indicato oggi all'ATS Folco Galli, portavoce dell'Ufficio federale di giustizia.
L'articolo 24 della Legge federale sugli stupefacenti e sulle sostanze psicotrope prevede che "I vantaggi pecuniari illeciti collocati in Svizzera sono devoluti allo Stato anche quando l'infrazione è stata commessa all'estero. Il Cantone in cui si trovano i beni è competente per la confisca.

SDA-ATS