Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per ridurre la pressione sul mercato interno, la Federazione dei produttori svizzeri di latte (FSPL) invita i contadini svizzeri a ridurre i loro volumi di latte.

L'attuale offerta è ritenuta del 3% troppo alta rispetto alle vendite a causa della sfavorevole situazione economica. Sul piano internazionale, questo mercato si degrada continuamente e in Svizzera esso soffre dell'abbandono del tasso minimo di cambio con l'euro, afferma oggi l'organizzazione in una nota.

Il comitato centrale dell'FSPL ha quindi deciso all'unanimità di lanciare un appello ai produttori affinché riducano i loro volumi di latte. Solo in questo modo - si legge nella nota - le misure esistenti potranno essere efficaci e la pressione sul mercato interno potrà diminuire. I produttori sono quindi adesso invitati ad esaminare tutte le possibilità, come per esempio destinare il latte ai vitellini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS