Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I grandi produttori di corrente elettrica puntano ancora troppo poco sulle nuove energie rinnovabili, quali l'eolico, il fotovoltaico, la geotermia o la biomassa. Lo rileva uno studio della Fonazione svizzera dell'energia (FSE) pubblicato oggi, da cui emerge che nel 2012 vi è stato comunque un certo aumento di questa produzione.

La proporzione delle nuove rinnovabili è risultata inferiore al 6% di tutta la produzione di corrente. Nel dettaglio BKW FMB Energie lo scorso anno ha prodotto il 5,59% (3,78% nel 2011), Repower il 3% (2,64%), Alpiq il 2,84% (1,1%) e Axpo lo 0,76% (0,36%).

L'idraulica, energia rinnovabile tradizionale, è stata quella più prodotta da questa quattro aziende. Repower ha generato il 49% della sua elettricità grazie proprio all'acqua, seguita da BKW FMB Energie (36,65%), Alpiq (28,03%) e Axpo (24,6%).

La parte del leone spetta tuttavia sempre e ancora al nucleare e alle energie fossili: per Axpo e Alpiq la proporzione raggiunge quasi i tre quarti di tutta la produzione. Repower e BKW FMB Energie si fermano alla metà.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS