Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Chiunque produca, acquisti, venda o scambi immagini di bambini nudi per motivi sessuali non va punito penalmente. È quanto pensa la Commissione degli affari giuridici (CAG-S) del Consiglio degli Stati.

Quest'ultima ha respinto (9 voti senza opposizione) un'iniziativa parlamentare del Consigliere nazionale Bernard Guhl (PBD/AG).

L'atto parlamentare era stato invece adottato dalla Commissione degli affari giuridici del Nazionale per 13 voti a 9 e 2 astensioni. Vista la divergenza tra le due commissioni, spetterà alle camere pronunciarsi.

Stando al diritto attuale, le immagini di bambini nudi dette "in posa" non sono punibili. A parere della CAG-S, l'applicazione di una simile iniziativa si prospetta difficile. Inoltre, la maggioranza non reputa che l'inasprimento del Codice penale permetterà di contrastare efficacemente il fenomeno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS