Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Unione cristiano-sociale (Csu), la sorella bavarese dei Cristiano-democratici (Cdu) della cancelliera tedesca Angela Merkel, ha criticato la politica sui migranti di quest'ultima.

In particolare alla Csu non piace il recente accordo tra Merkel e il cancelliere austriaco Werner Faymann che ha permesso l'ingresso in Austria e in Germania di migliaia di profughi dall'Ungheria.

"La cancelliera Angela Merkel deve dire molto chiaramente come intende fermare il flusso dei profughi", ha detto - secondo quanto riporta il tabloid Bild - il numero uno della Csu Horst Seehofer, che questa sera parteciperà a un summit sui migranti presso la cancelleria a Berlino.

Sempre secondo il Bild, uno dei partecipanti a una conferenza del presidio della Csu tenuta ieri sera ha tuonato: "Questo è un segnale devastante! La Germania prende chiunque arrivi". E il Bild commenta: "Questa volta non è una normale schermaglia tra Monaco e Berlino, questa volta si tratta di un assalto frontale della Csu alla politica sui migranti della cancelliera".

Secondo quanto riferito al Bild, lo stesso Seehofer ha commentato: "Non può essere che la cancelliera dà ai profughi la possibilità di scegliere il loro Paese di asilo".

Allo stesso tempo i socialdemocratici, membri della coalizione di governo, premono per rapidi aiuti umanitari ai profughi: "Nessuna persona rispettabile può rimanere fredda e sprezzante davanti alla sofferenza", ha detto il capogruppo della Csu, Thomas Oppermann.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS