Navigation

Profughi: incendio Lesbo, migliaia in strada attendono aiuti

La vicepresidente della Commissione europea, Margaritis Schinas, è attesa per una visita d'ispezione. KEYSTONE/EPA/ORESTIS PANAGIOTOU sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2020 - 14:14
(Keystone-ATS)

Migliaia di rifugiati senzatetto attendono sulla strada l'arrivo di un aiuto d'emergenza sull'isola di Lesbo dopo il devastante incendio che ha distrutto il campo di Moria, il più grande e sordido della Grecia.

Un traghetto è stato inviato sull'isola, dove è stato dichiarato "lo stato d'emergenza", per ospitare i senzatetto. Anche due edifici della marina nazionale sono stati messi a disposizione per aumentare i posti letto.

La vicepresidente della Commissione europea, Margaritis Schinas, è attesa per una visita d'ispezione.

"Migliaia di tende sono ora sulla strada, ha dichiarato il viceministro greco con delega all'immigrazione, Giorgos Koumoutsakos. Molte famiglie non hanno neppure una tenda e hanno passato una seconda notte all'aperto senza neppure i generi di base.

La maggioranza delle migliaia di migranti, scappati dalle tende e dai cointainer nella notte tra martedì e mercoledì, si sono poi fermati sul bordo della strada che conduce al porto di Mytilene, formando lunghe file d'attesa. Alcuni si sono rifugiati negli uliveti, altri vagano tra i villaggi alla ricerca di acqua.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.