Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I grossi progetti informatici e le procedure per gli acquisti pubblici rappresentano tutt'ora il "tallone d'Achille" dell'amministrazione federale.

Su questi ambiti, anche alla luce degli scandali recenti (leggi: fallimento del progetto INSIEME costato oltre 100 milioni di franchi), la delegazione delle finanze delle Camere federali intende mantenere alta la pressione sul Consiglio federale.

Molte raccomandazioni espresse al governo sono state applicate, ma rimane ancora da fare, come si evince dal rapporto di gestione 2014 pubblicato oggi, in cui viene dedicato ampio spazio proprio ai progetti riguardanti l'acquisto e l'applicazione di nuove tecnologie.

In particolare, la delegazione insiste sull'importanza nel coordinamento per l'acquisizione e applicazione di soluzioni informatiche, operazioni che richiedono una pianificazione temporale ed economica rigorosa.

A tale proposito, la delegazione ha dovuto constatare l'esistenza di progetti lanciati contemporaneamente da dipartimenti diversi, con spese supplementari dovute al mancato coordinamento.

Particolarmente sensibili risultano i progetti informatici del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS). In generale, alcuni progetti - ma questo non è l'unico dipartimento interessato - evidenziano ritardi sulla tabella di marcia e il ricorso a collaboratori esterni per alcune funzioni importanti.

D'altronde, constata la delegazione, non è evidente tenere il passo con la rapida evoluzione tecnologica nel campo dell'informatica, specie nel settore della difesa: le procedure d'acquisto vanno per le lunghe e le soluzioni informatiche rischiano di rivelarsi obsolete una volta applicate.

In genere, l'amministrazione dovrebbe ricorrere nel limite del possibile a collaboratori interni, sia per motivi di sicurezza, sia per motivi economici. A tale riguardo, la delegazione insiste sull'importanza della trasparenza e del rispetto delle regole per gli acquisti pubblici, specie quando si aggiudicano commesse senza bando di concorso.

Per quanto riguarda i casi di corruzione di impiegati della Confederazione, la delegazione suggerisce che in caso di sospetti concreti le persone coinvolte vengano licenziate con maggiore celerità; sovente trascorre troppo tempo tra la sospensione della persona coinvolta e il suo allontanamento: in questo lasso di tempo il salario viene comunque versato. A tale riguardo la Confederazione ha già adottato contromisure, che la delegazione ha accolto con soddisfazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS