Navigation

Progetto di ferrovia sotto passo Grimsel: nuovo slancio

Il progetto prevede una galleria di 22 chilometri attraverso lo gneiss della regione del Grimsel. KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2020 - 19:42
(Keystone-ATS)

La società Grimselbahn AG, che intende costruire una galleria per una ferrovia a scartamento ridotto e per cavi dell'alta tensione sotto l'omonimo passo tra i cantoni Berna e Vallese, si è data nuove strutture.

L'obiettivo del nuovo consiglio di amministrazione (cda) è ottenere il via libera al progetto dal parlamento federale nel 2024. L'assemblea generale straordinaria del gruppo, tenuta oggi a Berna, ha deciso di rimpicciolire l'organo di sorveglianza, che passa da sette a tre membri, si legge in una nota diramata dalla società con sede a Innertkirchen, nell'Oberland bernese.

Tutti i membri del cda sono nuovi: il presidente è il consigliere agli Stati Hans Wicki (PLR/NW), affiancato dal suo collega alla camera dei Cantoni Beat Rieder (PPD/VS) e dalla consigliera nazionale Nadja Pieren (UDC/BE). Il cda sarà assecondato da un comitato in cui siedono numerosi ex consiglieri di amministrazione.

Recentemente, stando alla società, la Confederazione ha stanziato tre milioni di franchi per uno studio di pianificazione. "Grimselbahn AG può dirsi soddisfatta. Il progetto di galleria del Grimsel tra Innertkirchen e Oberwald (nell'altovallesana valle di Goms) è lanciato", si legge nel comunicato.

L'assemblea generale ha ritenuto che il nuovo snello cda offra le migliori chance affinché il parlamento federale conceda i mezzi necessari alla galleria ferroviaria entro quattro anni. Per quanto concerne il trasporto di corrente sono necessari ulteriori studi in collaborazione con Swissgrid, la società che gestisce l'intera rete ad altissima tensione elvetica.

Il progetto di traforo alpino è stato presentato all'inizio del 2016. La galleria, secondo i piani, misurerà 22 chilometri. Per Grimselbahn AG e i suoi sostenitori si tratta di un'opportunità per trasporti pubblici e turismo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.