Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo il Consiglio nazionale in giugno, anche gli Stati hanno approvato oggi (31 voti a 9 e 5 astenuti) il programma di armamento 2015 da 542 milioni di franchi, di cui 250 destinati all'acquisto di 6 droni da ricognizione non armati prodotti da una società israeliana.

Quest'ultima transazione è stata contestata dal campo rosso-verde. Alcuni "senatori" hanno infatti sollevato obiezioni di carattere politico su questa operazione facendo riferimento alla situazione dei diritti umani nello Stato ebraico.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS