Navigation

Prosegue viaggio iraniano di Cassis, parla con aziende svizzere

Cassis ha anche incontrato il presidente del parlamento iraniano. KEYSTONE/EPA/ICANA HANDOUT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 settembre 2020 - 14:49
(Keystone-ATS)

Il consigliere federale Ignazio Cassis ha continuato stamane la sua tre giorni in Iran, intrattenendosi a Teheran con alcuni rappresentanti di imprese svizzere nel Paese asiatico.

Domani è invece in agenda l'incontro ufficiale con il presidente Hassan Rohani e il ministro degli esteri Mohammad Javad Zarif.

Cassis è stato informato sulla situazione delle società. "Nonostante le sanzioni economiche, le aziende svizzere continuano a investire in Iran", si legge in un tweet apparso sull'account del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), in cui inoltre si ringraziano i promotori del canale umanitario per il pagamento di cibo e medicamenti. La prima consegna di farmaci è stata effettuata da un gruppo farmaceutico elvetico in luglio.

Il ticinese è arrivato ieri in Iran: la sua prima tappa è stata la città di Isfahan, dove ha parlato con scienziati e il governatore dell'omonima provincia, prima dello spostamento nella capitale. Fra le varie autorità già incontrate dal ministro degli esteri, vi è anche il presidente del parlamento, Mohammad Baqer Qalibaf.

Nel pomeriggio, il programma prevede una visita all'ambasciata svizzera. L'occasione per il viaggio è il 40esimo anniversario del mandato con cui Berna rappresenta gli interessi degli Stati Uniti in Iran, cominciato nel 1980.

In serata invece, Cassis, che è accompagnato nel suo viaggio dalla consigliera nazionale Tiana Angelina Moser (PVL/ZH) e dal consigliere agli Stati Thomas Minder (Indipendente-UDC/SH), inaugurerà una mostra sulla storia delle relazioni fra Svizzera e Iran nello storico giardino Negarestan. La trasferta ha in effetti anche lo scopo di festeggiare i 100 anni di presenza diplomatica della Confederazione nella Repubblica islamica.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.