Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'economia svizzera non ha ancora "digerito" lo choc causato dall'abbandono del corso minimo fisso franco-euro. L'indicatore dell'impiego per ottobre calcolato dal Centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo (KOF) si è mantenuto in territorio negativo.

Le aziende contattate, specie quelle votate all'esportazione, hanno indicato per la terza volta di seguito di prevedere una riduzione degli organici piuttosto che un'estensione.

Questa situazione di stallo dovrebbe proseguire anche nei prossimi mesi, si legge in una nota odierna del KOF. Per il quarto trimestre, l'indicatore dell'impiego si è attestato a -6,4 punti, ossia chiaramente in territorio negativo. Ciò significa che la maggioranza delle aziende interpellate dal KOF ritiene troppo alto il numero dei propri occupati, indica il centro in un comunicato odierno.

Nel terzo trimestre, l'indicatore - corretto - calcolato dopo aver vagliato le prospettive congiunturali delle aziende contattate si era posizionato a -6,3 punti (-6,1 stando alle prime analisi). Già nel secondo trimestre l'indicatore aveva dato un risultato negativo (-6,9).

Il mese scorso la maggior parte delle ditte sentite ha giudicato troppo elevato il numero di persone impiegate: da qui la prospettiva, poco rallegrante, di possibili tagli nei mesi a venire.

La situazione sul mercato del lavoro risulta difficile nella maggior parte dei rami economici, specie nel settore della ristorazione e alberghiero come anche dell'industria di trasformazione, particolarmente sensibili al calo delle esportazioni.

Anche nel settore bancario e, novità, assicurativo si registra un'evoluzione a singhiozzo. L'indicatore dell'impiego si è invece stabilizzato per quanto riguarda il commercio al dettaglio e all'ingrosso. Nonostante ciò, le prospettive per questi due ultimi settori rimangono fosche; gli indicatori evolvono chiaramente in negativo, dopo che nel terzo trimestre i valori sono scesi al di sotto della soglia registrata nel medesimo periodo del 2009 caratterizzato da una recessione globale.

I settori dei servizi, dei trasporti, dell'informazione e comunicazione, come anche della costruzione, della sanità e socialità dovrebbero continuare a puntellare l'indicatore principale del KOF, precisa il comunicato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS