Navigation

Protesi mammarie, accusa lesioni colpose per fondatore società Pip

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2012 - 07:16
(Keystone-ATS)

Il fondatore della società di protesi mammarie Pip, Jean Claude Mas, al centro di uno scandalo mondiale, è stato accusato oggi a Marsiglia di lesioni colpose. Lo si è appreso presso il suo avvocato.

Mas, 72 anni , che era stato arrestato ieri mattina, è stato posto sotto controllo giudiziario dalla giudice Annaik Le Goff contro il versamento di una cauzione di 100.000 euro, ha precisato il legale Yves Haddad dopo oltre due ore di audizione.

Mas - ha continuato il suo avvocato - è stato quindi rilasciato su cauzione e sottoposto a regime di sorveglianza, e l'accusa contro di lui non è più quella di omicidio, ma quella, meno grave, di lesioni colpose.

Il rilascio è stato deciso dopo una giornata di interrogatori. Il prosieguo delle indagini potrà comunque condurre a un processo - ha aggiunto il legale - che si preannuncia più lungo e complesso di quello, per frode, che già Mas deve affrontare, previsto per il prossimo mese di ottobre.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?