Navigation

Protezione dati, pittogrammi per evitare le informative illeggibili

I disegni dovrebbero aumentare la comprensibilità e la trasparenza, offrendo uno standard uniforme. sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2020 - 17:00
(Keystone-ATS)

Usare pittogrammi per illustrare in modo chiaro e comprensibile come vengono trattati i dati personali: è quanto si propone Privacy Icons, un'alleanza formata da vari attori fra cui FFS, Swisscom e Migros. È una prima mondiale elvetica.

La protezione dei dati è importante, ma generalmente i testi delle informative sulla privacy sono lunghi e poco comprensibili, spiega Privacy Icons in un comunicato odierno. L'organismo fa anche riferimento a una ricerca effettuata tempo fa sul tema dal New York Times: era emerso che molte dichiarazioni generali erano di comprensione più difficile della "Critica della ragione pura", la colossale opera del filosofo tedesco Immanuel Kant.

Privacy Icons si è posta l'obiettivo di cambiare la situazione e creare maggiore trasparenza nel campo in questione. "Chi utilizza i miei dati personali e per quale finalità? Gli utenti dovrebbero poterlo capire subito", si dice convinto Florent Thouvenin, professore di diritto dell'informazione e della comunicazione presso l'Università di Zurigo e promotore del progetto, citato nella nota. "Per questo motivo abbiamo sviluppato le 19 icone della privacy".

"I pittogrammi offrono la possibilità di stabilire uno standard in Svizzera, una sorta di segnaletica stradale per la protezione dei dati", gli fa eco Matthias Glatthaar, responsabile dati presso Migros. Le icone non intendono sostituire le tradizionali dichiarazioni generali, bensì integrarle.

L'iniziativa viene accolta positivamente anche da Adrian Lobsiger, Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza. "Le icone della privacy forniscono un orientamento e contribuiscono a rendere più comprensibili le dichiarazioni astratte sulla protezione dei dati, ma non le sostituiscono", osserva, pure lui citato nel comunicato. "Promuovono la trasparenza, il che rappresenta una delle principali esigenze della protezione dei dati".

Le 19 icone trattano sei argomenti (tipo di dati personali, fonte, scopo del trattamento, trattamenti particolari, trasmissione a terzi, luogo del trattamento) e sono scaricabili gratuitamente su internet (https://privacy-icons.ch/) da qualunque azienda interessata.

L'associazione Privacy Icons persegue l'obiettivo di rendere più comprensibili le informative sulla privacy e creare maggiore trasparenza nell'ambito della protezione dei dati. Attualmente i membri sono BKW, Credit Suisse, Julius Bär, Migros, FFS, Swisscom, Zurigo Assicurazioni, l'Università di Zurigo e lo studio legale Wenger & Vieli di Zurigo e Zugo.

Condividi questo articolo