Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio (FP) non si oppone di principio alla costruzione di centrali elettriche e eoliche. L'organizzazione ha opposto ricorso solo contro i progetti che avrebbero ripercussioni negative sui paesaggi protetti, ha detto il suo direttore Raimund Rodewald in diverse interviste a giornali svizzerotedeschi.

"Se non abbandoniamo il nucleare, non è certo per colpa della organizzazione di protezione dell'ambiente", afferma Rodewald. Non si può costruire su ogni piccolo ruscello, "le piccole centrali idroelettriche sono costose e inefficaci, mentre i danni sono ingenti", ha aggiunto.

La Fondazione per la tutela del paesaggio collaborerà in modo costruttivo alla politica energetica nazionale e chiede un programma d'azione per uscire rapidamente dal nucleare. Il potenziale nel settore dell'energia idraulica e solare, della geotermia e delle biomasse è enorme, afferma il direttore della Fondazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS